Supporto e Resistenza: Cominciamo dall’inizio (Capitolo 1)

Emy

All’inizio dell’anno ho intervistato Ismael Albalá del Novatos Trading Club e subito dopo mi hanno proposto di iscrivermi al master in Trading e borsa nei mercati finanziari. Attualmente sto studiando questo meraviglioso master e per rafforzare le mie conoscenze scriverò il processo come capitoli sul blog, partendo dalle basi: supporto e resistenza. Lavoro da anni per broker e investo in CFD senza leva, ma senza avere una strategia chiara. Ebbene sì, potrei dire che la mia strategia è quella di investire a lungo termine o come direbbe Warren Buffet: «comprando ciò che sei disposto a tenere per i prossimi 5 anni«. Ma la verità è che non seguo una strategia chiara, e non importa quanti libri e articoli ho letto per il mio lavoro, è da molto tempo che voglio fare un corso serio. Finora sto amando l’esperienza perché il master è molto pratico e ti fa applicare davvero ciò che impari e richiede almeno 100 operazioni per finirlo.

Da Detto a Fatto c’è un tratto

Forse l’affermazione precedente non si applica completamente, ma affinché tu mi capisca… dalla pratica all’azione, c’è molta strada. Puoi passare mesi, anni a leggere la teoria, o anche ad applicarla superficialmente, ma solo nella pratica guidata troverai la virtù o parte di essa. Esercitarsi senza teoria è come navigare senza timone, ma imparare così tanta teoria senza applicarla è navigare con un’ancora sepolta. Se dai un’occhiata alla maggior parte dei broker e alla loro sezione sull’istruzione, vedrai molti articoli e parole ovunque, ma… chi ti guida? Come ti assicuri che ciò che impari e applichi sia corretto? Ed è qui che quasi tutti falliscono. Nel caso di oggi, ho un chiaro esempio di supporto e resistenza ed è che ho letto supporto e resistenza migliaia di volte ma non ho mai dovuto metterne uno. E facendolo questa volta, ho finalmente capito davvero e ho avuto utili dubbi. Sì, non è complesso farlo ma non ne avevo avuto bisogno e siccome non dovevo usarlo non mi ero fermato a ripensare ad alcune domande. Ma bene, lascio il preambolo che mi avvolge più di un cieco, e ora sì, condivido con te ciò che ho imparato finora:

Supporto e Resistenza: cosa sono ea cosa servono?

All’interno dei concetti base dell’analisi tecnica troviamo i supporti e le resistenze.

medioÈ il livello dei prezzi da cui i prezzi iniziano a salire. Allo stesso modo, ilresistenzaè il livello che una volta raggiunto, suppone un cambiamento di tendenza al ribasso. Sono quindi concetti opposti. In una tendenza, diremmo che il supporto sarebbe il livello di prezzo minimo, mentre la resistenza sarebbe il livello di prezzo massimo per un titolo.

Vediamolo con un esempio:

In questo grafico dei prezzi, possiamo vedere che la linea di resistenza segna il prezzo massimo, mentre la linea di supporto segna il minimo.

Supporto e Resistenza: come usarli

Il supporto e la resistenza tendono a mantenersi a livelli in cui rimangono molti investitoripsicologicamente intrappolato. Diciamo che c’è una coscienza collettiva causata dalla storia, dalle notizie e dagli eventi, che fa da limite per un certo numero. Un esempio di questo sarebbe il seguente:

Supponiamo che il prezzo di un’azione sia stato scambiato per mesi a un livello (2.400), ma dopo un certo momento questo livello crolli (2.250). Nelle settimane successive sale ancora, ma una volta che si avvicina al massimo precedente (2.400), gli investitori avranno paura di ricordare il calo, e torneranno giù, creando resistenza.

Si dice spesso che venda quando viene raggiunto il livello di resistenza e compri quando siamo nelle aree di supporto. MaCome facciamo a sapere se il prezzo cambierà la sua tendenza attuale?

Innanzitutto è importante ricordare che quando si parla di analisi tecnica si parla di principi basati sulle probabilità, non di linee guida da seguire a memoria. Esaminando i movimenti e le tendenze dei prezzi, scoprirai spesso che la teoria si applica nella pratica. Ma non sempre succede (altrimenti sarebbe molto facile guadagnare in trading e investimenti), né tiene conto dei cambiamenti drastici dell’economia.

Grafico giornaliero del greggio WTI in cui la resistenza raggiunge i massimi storici e la resistenza diventa supporto Ad esempio, mentre scrivo questo articolo, stiamo vivendo un rally estremo del petrolio e quindi stiamo rompendo la linea di tendenza raggiungendo i massimi storici. La regola d’oro del sostegno e della resistenza Come sottolinea José Luis Cárpatos nel suo libro Leoni e gazzelle, «Quando un sostegno viene attraversato verso il basso, diventa resistenza. Quando una resistenza viene superata al rialzo, diventa supporto. Nel grafico precedente abbiamo visto come quella che prima era una resistenza, diventa un supporto e viceversa. Spesso quando un titolo rompe uno dei due, prima di iniziare un trend diverso, si parla di «ritirarsi». Questa è una mossa violenta nella direzione opposta al breakout e per cui la resistenza diventa supporto o viceversa. Non sempre accade, ma è presente in molti cambiamenti, ed è per questo che è importante conoscerlo.

Quando possiamo considerare che un supporto o una resistenza è stato rotto?

Uno dei problemi principali quando si analizza il supporto e resistenza è identificare il momento del cambiamento o della rottura. Sebbene ci siano alcune percentuali accettate, non c’è davvero alcun consenso. Data l’elevata volatilità dei mercati, questo deve essere considerato insieme ad altri indicatori. Usa supporto e resistenza come segnale, ma valuta anche tutte le circostanze che stanno influenzando il valore. Altri supporti e resistenze Sebbene il supporto e la resistenza orizzontali siano i più rilevanti, ci sono altri tipi che possono anche darci un’idea di dove può andare il prezzo. Tra questi ci sono supporti obliqui, medie mobili, ritracciamenti o espansioni di Fibonacci, ecc. Per ulteriori informazioni su supporto e resistenza, puoi visitare il sito Web del Novatos Trading Club o unirti al loro corso qui. Il post Support and Resistance: Let’s Start at the Beginning (Capitolo 1) è apparso per la prima volta con il 20 percento.

Next Post

"Tutto indica che Almussafes riceverà i modelli elettrici", afferma il cluster valenciano

“Possiamo già essere felici che Volkswagen abbia confermato la creazione della sua gigafactory di batterie a Sagunto (Valencia)”, affermano da AVIA, il cluster automobilistico valenciano, che fino ad ora era rimasto in silenzio sui progetti di trattori inquadrati nella Perte dell’elettrico veicolo (VEC). Il design della Perte VEC, le cui […]
"Tutto indica che Almussafes riceverà i modelli elettrici", afferma il cluster valenciano