La BCE smetterà di acquistare debito nella seconda metà dell’anno a causa dell’elevata inflazione

Fabrizio Nucci

Christine Lagarde, presidente della BCE. / Reuters

L’agenzia assicura che la guerra in Ucraina “sta seriamente deteriorando” la fiducia delle imprese e dei consumatori

Olatz HernandezL’aggressione russa contro l’Ucraina ha aggiunto un grado di shock significativo all’evoluzione dell’economia europea, che stava iniziando a riprendersi dall’impatto della pandemia. La Banca centrale europea (BCE) ha riaffermato giovedì la sua decisione di porre fine al suo programma di acquisto di debito nella seconda metà dell’anno. L’elevata inflazione registrata nell’UE – che a marzo ha raggiunto il 7,5% – è stata determinante in questa decisione. L’alto costo dell’energia è aumentato del 45% in un anno e ciò sta guidando i prezzi a livello globale. L’agenzia prevede che l’inflazione rimarrà elevata nei prossimi mesi, aumentando la pressione sui settori più colpiti. “Anche il rischio che l’inflazione rimanga al di sopra del 2% nel medio e lungo termine è stato rivisto al rialzo”, ha affermato la presidente della Bce Christine Lagarde, aggiungendo che il conflitto in Ucraina sta anche “gravemente deteriorando” la fiducia di imprese e consumatori.
I prezzi degli alimenti leggeri e freschi sono aumentati del 9,8% a marzoI dati esaminati dal consiglio direttivo della BCE fanno sì che l’organismo rafforzi la sua idea di porre fine agli acquisti di debito nel luglio di quest’anno. Così, la banca europea ritirerà gradualmente i suoi acquisti con 40.000 milioni di euro ad aprile, 30.000 a maggio e 20.000 a giugno. Tuttavia, la calibrazione degli acquisti per il terzo trimestre dell’anno dipenderà dai dati raccolti dall’entità e “non è stato ancora stabilito in quale mese specifico terminerà l’acquisto del debito”, ha indicato Lagarde. L’organismo che presiede continuerà senza toccare, per ora, i tassi di interesse, cosa che hanno già fatto la Banca d’Inghilterra e la Federal Reserve statunitense. “Quando sarà fatto, sarà gradualmente e, in ogni caso, una volta terminato l’acquisto del debito”, ha ripetuto Lagarde.

rallentamento economico

La flessibilità nelle politiche monetarie è stata la ricetta principale dell’entità dall’inizio della pandemia. Ora, con l’instabilità causata dall’invasione russa, la banca europea si attiene allo stesso mantra. L’agenzia stima che l’evoluzione dell’economia dipenderà in gran parte dal conflitto in Ucraina. Per il momento, la banca europea ha rivisto al ribasso le sue previsioni di crescita economica e stima che “nei primi mesi dell’anno rallenterà”. Tuttavia, sottolineano che i risparmi delle famiglie durante la pandemia aumenteranno i consumi e gli investimenti e le riforme nell’ambito dei fondi Next Generation “accelereranno la transizione energetica, sostenendo la crescita a lungo termine dell’UE”, ha sottolineato Lagarde. Il punto positivo è fornito dal mercato del lavoro. “La disoccupazione è scesa allo storico 6,8% a febbraio”, ha evidenziato il presidente della Bce. Con il ritorno alla piena capacità dell’economia, l’agenzia prevede che anche i salari, che sono stati congelati finora quest’anno, aumenteranno.

Fabrizio Nucci
Next Post

Demistificare il piano di Terra di espandersi attraverso l'ecosistema di Polkadot

Il protocollo Anchor della blockchain di Terra ha recentemente annunciato l’intenzione di espandersi a Karura e Acala. Questo sviluppo fa parte del piano di Terra per espandere l’ecosistema delle stablecoin nel più ampio ambiente DeFi. Terra prevede di integrarsi con Polkadot attraverso la rete Acala di quest’ultimo, così come l’hub […]
Demistificare il piano di Terra di espandersi attraverso l'ecosistema di Polkadot