Più di mille giovani applaudono con un’opera teatrale il primo vincitore del Cartagena Mandarache Award

Fabrizio Nucci

Gala per la consegna dei premi Mandarache e Hache 2022, questo venerdì, a Cartagena. / Pablo Sanchez / AGM

L’organizzazione del festival letterario conferma durante la cerimonia di premiazione l’inserimento delle poesie nell’edizione 2023

Eduardo RibellePiù di mille giovani hanno partecipato questo venerdì al gala per la consegna dei Premi Mandarache e Hache 2022. Nella prima delle categorie, ha ricevuto il premio Alfredo Sanzol, per “La valentía”, la prima opera teatrale a ricevere quell’onore. Nella seconda è stata data a Elia Barceló, per il romanzo ‘L’effetto Frankenstein’. Durante il gala è stato confermato che nell’edizione del prossimo anno il catalogo dei generi letterari sarà esteso alla poesia, in modo che i giovani lettori tra i 15 ei 30 anni possano familiarizzare con i versi. Nella sua nuova edizione, poesia, romanzi e teatro dovranno confrontarsi con lo sguardo critico di migliaia di giovani che compongono la giuria del Premio Mandarache degli oltre 25 centri educativi partecipanti del comune. Il sindaco, Noelia Arroyo, ha evidenziato, alle porte del galà, che questi premi rappresentano “uno dei più importanti progetti di educazione alla lettura e promozione della cultura del libro nel panorama nazionale e internazionale”. Durante la sua celebrazione ha sottolineato l’importanza della partecipazione come giudici che scelgono le opere vincitrici di quasi 5.000 giovani organizzati in comitati di lettura: “È la più grande giuria letteraria del mondo”, ha affermato. Tra i candidati alla prossima edizione, il premio Mandarache mette in evidenza ‘Right of Admission’ (La Imprenta, 2022), una raccolta esperienziale e antirazzista di poesie di Yeison F. García, i cui versi sono dedicati ai migranti, che condividono la loro realtà ed esperienze che mettono alla prova l’empatia del lettore. La visione lirica dell’opera è completata da alcuni codici QR, per vedere le immagini della fotografa Heidi Ramírez del quotidiano El País. È un’opera intrisa di sentimentalismo sul fenomeno migratorio. La terza opera è il dramma teatrale ‘Doña Rosita, Anotada’ di Pablo Remón, sulla vita di una donna che diventa single all’inizio del XX secolo a Granada e che fa riferimento alla tradizione del genere sulla scia di Federico García Lorca ‘Heroes’, di Pedro Ramos, ‘Department of magic affairs’, di Daniel Hernández Chambers, e ‘Nobody’s chest’ (SM Editions, 2021), di Chiki Fabregat, si contenderanno il Premio Hache, per i lettori tra i 12 e i 14 anni. «Il teatro ti permette di osare di interpretare ogni genere di argomento. ‘La valor’ si occupa del prezzo del progresso”, ha spiegato Alfredo Sanzol, a proposito di un dramma basato sulla lotta di due sorelle, poiché una vuole tenere la casa di famiglia e l’altra sbarazzarsene perché non sopporta i rumori una strada vicina. “Mi piace molto il coinvolgimento dei giovani lettori in questo evento e come il Consiglio comunale abbia ottenuto il coinvolgimento di altre amministrazioni per farlo crescere”, ha affermato. Elia Barceló ha valutato «che questo non è un premio assegnato da specialisti e che scelgono ciò che secondo loro piacerà al pubblico giovane. Sono i giovani lettori che lo scelgono. È stato molto grato che il lavoro che hanno apprezzato di più sia suo, una storia tra gothic e polizia con protagonista un uomo che si sveglia in una casa che non conosce con il suo corpo segnato da grandi cicatrici e un chirurgo che lo aiuterà a risolvere quel mistero.

Fabrizio Nucci
Next Post

Da UST a USDT: ecco cosa ha causato il più grande dump di 1 giorno negli indirizzi di USDT

Il crollo della criptovaluta in corso ha iniettato un sentimento caotico negli investitori. Il forte calo ha visto 200 miliardi […]
Da UST a USDT: ecco cosa ha causato il più grande dump di 1 giorno negli indirizzi di USDT