I naturalisti calcolano che entro il 2040 la lince iberica non sarà più a rischio di estinzione

Subashi

lince iberica. / File, Archivio

Il WWF stima che in 18 anni la popolazione di femmine riproduttrici raggiungerà i 750, cifra che garantisce la continuità della specie

Alfonso TorresL’organizzazione naturalistica WWF ha diffuso una stima scientifica che indica che nel 2040 la lince iberica lascerà l’elenco europeo degli animali a rischio di estinzione, in cui è entrato a cavallo del secolo, alcuni anni in cui questa specie autoctona di felino wild, che era stata ridotta a un territorio minimo a Doñana e nelle montagne Andújar di Jaén, era a un passo dalla scomparsa. Nel 2002 tutti gli allarmi scattarono quando si seppe che c’erano solo 94 linci rimaste allo stato brado nell’intera penisola. Il WWF, che con il sostegno dell’Unione Europea e del Ministero della Transizione Ecologica ha dedicato quattro decenni a promuovere programmi per salvare la lince, è riuscito, attraverso uno studio di fattibilità demografica, a determinare la svolta che garantirà la sicurezza di questa specie. I suoi tecnici stimano che questo “evento storico” si realizzerà in circa 18 anni, quando, grazie al successo e alla continuità dei programmi di recupero, ci saranno già almeno 750 femmine con capacità riproduttiva in Spagna e Portogallo. Se il calcolo viene confermato, in quell’anno si raggiungerà quello che ufficialmente viene chiamato lo Stato di conservazione favorevole (ECF) della specie. Il lavoro di tecnici, naturalisti e amministrazioni, che ha permesso la creazione di quattro centri di riproduzione in cattività e l’attuazione di una strategia molto studiata e controllata per garantire che la successiva reintroduzione in natura di questi giovani esemplari fosse un successo, ha portato alla moltiplicazione per più di dieci della popolazione di lince finora in questo secolo, con i dati dell’ultimo censimento che superano i 1.100 esemplari tra adulti e cuccioli. Il successo risiede non solo nel recupero della popolazione di lince, ma anche nel fatto che gli esemplari in libertà sono tornati a colonizzare parte del loro habitat tradizionale, i due versanti della Sierra Morena (Andaluso e La Mancia), i Montes de Toledo, la valle del Matachel in Estremadura e la valle portoghese della Guadiana. In questo sforzo, oltre al WWF e al ministero, sono state coinvolte direttamente istituzioni come i consigli andalusi, dell’Estremadura e della Castilla-La Mancha e il governo portoghese, con la collaborazione di diverse centinaia di proprietari di fattorie e associazioni di cacciatori.

non abbassare la guardia

Il progetto ambientale europeo ha anche migliorato i sistemi di monitoraggio delle specie attraverso la piattaforma “online” WildBook for Iberian Lynx, che consente sia la memorizzazione dei cataloghi di immagini di fototrappolaggio utilizzati per monitorare le popolazioni di lince, sia la fotoidentificazione degli individui attraverso l’intelligenza artificiale. Il WWF ha effettuato dei test che sono riusciti ad ottimizzare la costruzione di vivai per conigli, le principali prede della lince iberica. Durante questi esperimenti, l’organizzazione ha costruito quasi 150 vivari di diverse dimensioni, confrontando i loro effetti sulla popolazione di conigli e ottenendo infine il modello di vivario più efficiente. Secondo Ramón Pérez de Ayala, esperto di lince iberica presso il WWF Spagna, “grazie a questo e a molti altri progetti di conservazione, lo stato di questa specie è migliorato e l’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN)) ha declassato la categoria di minaccia della La lince iberica da in via di estinzione a “in via di estinzione” nel 2015″. «Tuttavia», avverte, «è necessario continuare a lavorare intensamente e in coordinamento con tutte le amministrazioni impegnate nella conservazione di questo gioiello della nostra natura affinché prosegua il trend favorevole. Solo in questo modo ci assicureremo che la lince iberica smetta di essere una specie minacciata nel prossimo futuro”.

Next Post

Shiba Inu: Ecco come SHIB potrebbe reagire allo scetticismo in corso nel mercato

Dichiarazione di non responsabilità: i risultati della seguente analisi sono le uniche opinioni di chi scrive e non devono essere considerati consigli di investimento. Dopo essere sceso al di sotto dei suoi nastri EMA, Shiba Inu [SHIB] ha fatto un tuffo al di sotto della sua resistenza della linea di […]
Shiba Inu: Ecco come SHIB potrebbe reagire allo scetticismo in corso nel mercato