I pazienti della Regione di Murcia chiedono di migliorare i tempi di attesa, le infrastrutture e il cibo negli ospedali

Un operatore sanitario ascolta un paziente dell’ospedale Reina Sofia, in una foto di archivio. / Nacho Garcia / AGM

Primary Care ottiene un punteggio medio di 8,5 nell’Healthcare Quality Survey, effettuata su quasi 12.000 utenti sanitari regionali

Daniele VidalC’è un ampio margine di miglioramento che si concentra sui tempi di attesa assunti dai pazienti, sulle infrastrutture e sulla ristorazione offerta nei centri sanitari. E’ questa una delle principali conclusioni tratte dall’Indagine sulla Qualità Sanitaria svolta dal Ministero della Salute nel primo semestre di quest’anno su quasi 12.000 pazienti nella Regione di Murcia, e che lascia “ottimi risultati grazie allo sforzo profuso da tutti i professionisti”, ha assicurato questo mercoledì in una conferenza stampa il manager del Servizio Sanitario Murciano (SMS), Francisco Ponce. Questi parametri relativi a tempi di attesa, infrastrutture e restauro sono quelli che ottengono le valutazioni più basse da parte dei pazienti rispetto ad altre aree. Complessivamente, 78 utenti su 100 valutano le condizioni di comfort nelle sale d’attesa, il rumore, la temperatura e l’illuminazione come “buone o molto buone”. E la soddisfazione globale per il tempo di attesa dal momento dell’appuntamento fino a quando il paziente non entra nel consulto di cure primarie raggiunge 7,8. Gli utenti si sentono più soddisfatti della qualità delle cure e del trattamento ricevuto dagli operatori sanitari. Secondo i dati dell’indagine, oltre il 95% degli utenti del sistema sanitario regionale nel suo complesso è soddisfatto delle cure e della professionalità di medici e infermieri, nonostante un contesto pandemico. A livello globale, il primo semestre riproduce il grado di soddisfazione che si è registrato nel corso del 2021, con una media di 8,55 in questi primi sei mesi dell’anno rispetto a 8,6 dell’intero anno precedente.
Juan Antonio Marqués (vicedirettore della qualità dell'assistenza del servizio sanitario di Murcian), Francisco Ponce Lorenzo (amministratore delegato dell'SMS) e Isabel Ayala Vigueras (direttore generale dell'assistenza sanitaria dell'SMS)
Juan Antonio Marqués (vicedirettore della qualità dell’assistenza del servizio sanitario di Murcian), Francisco Ponce Lorenzo (amministratore delegato dell’SMS) e Isabel Ayala Vigueras (direttore generale dell’assistenza sanitaria dell’SMS) / Ros Caval / AGM Allo stesso modo, più di 93 % di utenti Primary Care continua a valutare “buone o molto buone” le cure e la professionalità di medici (93,7) e infermieri (95,8), mentre in Hospital Care queste percentuali crescono e le cure e la professionalità delle cure ricevute dal personale medico, con 96.4, e infermieristica, con 95.4. A questo proposito, il 93,5% dei pazienti sceglierebbe nuovamente lo stesso centro sanitario e più del 96,2% lo stesso ospedale. Nonostante la pandemia, i dati medi di soddisfazione sono rimasti su valori superiori a 8,5 sia nel 2020 che nel 2021 e in quello attuale. Nello specifico danno un 8,3 alle cure primarie e un 8,7 al ricovero. Per livelli di assistenza, le prestazioni ostetriche hanno ottenuto un punteggio medio di 8,7, mentre le emergenze ospedaliere e le consulenze ambulatoriali hanno ottenuto 8,3 e il ricovero pediatrico 9,1. Il paziente chirurgico ha invece valutato le prestazioni con un 8.8. Lo studio permette di conoscere la qualità percepita dagli utenti nei diversi aspetti dell’assistenza e il loro grado di soddisfazione. “L’obiettivo è rilevare le migliori pratiche dei centri per estenderle al resto e identificare opportunità di miglioramento per poter intraprendere misure correttive”. La soddisfazione per il ricovero pediatrico è di 9,1 punti, che supera la valutazione del 2021. Allo stesso modo, oltre il 97% considera il trattamento di medici e infermieri “buono o molto buono” e il 97,4% riconosce il loro trattamento allo stesso modo professionalità. Per quanto riguarda la soddisfazione per il trattamento dei professionisti che assistono al parto (ostetriche, ginecologi e pediatri) supera il 91% e la professionalità il 95,8%. Le consultazioni esterne ottengono una soddisfazione di 8,3 punti su 10. Il 94% degli intervistati ritornerebbe alla stessa consultazione se dovesse farlo e potesse scegliere. Si mantiene il grado di soddisfazione rispetto alle emergenze ospedaliere, che ottengono ancora una volta un punteggio di 8,3. Quasi il 93% giudica “buono o molto buono” il trattamento ricevuto dal personale medico e il 91,8% applaude alla loro professionalità. Per quanto riguarda i servizi di pronto soccorso delle cure primarie, il 94,7% dei pazienti ha valutato il trattamento del personale sanitario come “buono o molto buono”. La valutazione dei servizi di Salute Mentale, incorporata nello studio dal 2021, ottiene una valutazione complessiva di 8,7. Il 94,1% degli intervistati giudica “buona o molto buona” la professionalità del personale che li ha frequentati. Allo stesso modo, più del 94% degli intervistati valuta “bene o molto bene” il tempo dedicato all’ultima consultazione dai professionisti che li hanno assistiti. L’SMS ha incorporato la qualità percepita nel 2003 come linea strategica di gestione e valutazione dei centri sanitari e, ad oggi, è stato raccolto il parere di oltre 155.000 utenti.

Next Post

Ethereum classico [ETC] Gli HODLer che affrontano perdite dovrebbero leggere questo

Ethereum classico [ETC] ha appena concluso il suo mese più rialzista a luglio, durante il quale è salito di oltre il 200%. Se detieni ETC, è probabile che ti stia chiedendo se vendere o se tenere in previsione di una ripresa più rialzista. Ecco alcune cose da considerare, che potrebbero […]
Ethereum classico [ETC] Gli HODLer che affrontano perdite dovrebbero leggere questo