Almeno otto morti nei bombardamenti israeliani a Gaza

Una donna palestinese ferita è stata trasferita venerdì dopo un bombardamento israeliano nella Striscia di Gaza / Mohammed ABED / AFP

Tra i deceduti vi sono una bambina di cinque anni e un comandante della Jihad islamica, gruppo contro il quale era diretta l’operazione.

AG Venerdì, 5 agosto 2022, 17:33 L’esercito israeliano ha annunciato questo venerdì l’inizio di un’operazione di bombardamento contro obiettivi dell’organizzazione terroristica della Jihad islamica nella Striscia di Gaza dopo diversi giorni in allerta per possibili rappresaglie dell’organizzazione dopo l’arresto in la Cisgiordania di un membro anziano del gruppo. I primi minuti della cosiddetta ‘Operazione Dawn’ sono iniziati con l’annuncio della morte di un comandante delle forze militari della Jihad islamica nel nord di Gaza, identificato come Tayseer al Jabari, secondo quanto riportato dal quotidiano ‘Jerusalem Post’. Secondo il ministero della Salute palestinese, almeno altre sette persone sono morte – tra cui una bambina di cinque anni – a seguito dell’attacco e 40 sono rimaste ferite. Al Jabari è stato il successore di Baha Abu al Ata, ucciso nel novembre 2019 in un attacco aereo israeliano. L’operazione ha innescato due giorni di scontri tra l’esercito israeliano e la Jihad islamica che hanno provocato la morte di almeno 34 membri del gruppo terroristico e 111 feriti. Gli attentati di venerdì hanno il loro movente immediato in un raid effettuato lunedì dalle forze israeliane in un campo profughi a Jenin che ha provocato la morte di un adolescente palestinese e l’arresto di Basam Saadi, un membro di spicco della Jihad islamica, e suo figlio suocero Ashraf al Jada. L’organizzazione ha promesso ritorsioni dopo l’operazione. “A seguito delle minacce dirette poste dalla Jihad islamica palestinese a Gaza, l’IDF (esercito israeliano) sta ora attaccando la Striscia di Gaza”, ha annunciato l’esercito in una dichiarazione sul suo account Twitter. Nella stessa dichiarazione, l’esercito israeliano dichiara una cosiddetta “situazione speciale” sul fronte dei combattimenti interni, senza fornire ulteriori dettagli. L’agenzia di stampa ufficiale palestinese WAFA ha confermato l’inizio degli attacchi, che hanno raggiunto, tra gli altri obiettivi, l’edificio Palestine Tower nel quartiere di Rimal a Gaza.

“Un nuovo crimine”

Il primo ministro israeliano, Yair Lapid, e il ministro della Difesa, Benny Gantz, hanno assicurato che “non permetteranno ai gruppi terroristici di dettare l’agenda nelle città e ai confini israeliani”, come hanno indicato in una dichiarazione congiunta in cui hanno sottolineato che il governo non permetterà a queste organizzazioni di “minacciare i cittadini israeliani”. “Chiunque cerchi di danneggiare Israele dovrebbe sapere che li prenderemo. Le forze di sicurezza agiranno contro i terroristi della Jihad islamica, elimineranno la minaccia per i cittadini di Israele”, ha affermato Lapid.
I vigili del fuoco si sforzano questo venerdì di estinguere un incendio in un edificio nella Striscia di Gaza dopo un bombardamento israeliano
I vigili del fuoco stanno lavorando questo venerdì per estinguere un incendio in un edificio nella Striscia di Gaza dopo un bombardamento israeliano / Mohammed ABED / AFP Da parte sua, il portavoce del Movimento di resistenza islamica (Hamas), Fauzi Barhum, ha descritto l’operazione come “un nuovo crimine” e ha indicato che Israele “deve pagare il prezzo e assumersi la piena responsabilità”. “La resistenza, con tutte le sue armi e fazioni militari, è unita in questa battaglia”, ha sottolineato in una nota. Il portavoce di Al Fatá, Munther al Hayek, ha invece denunciato che il bombardamento della Striscia di Gaza, oltre ad “attaccare e intimidire i civili disarmati, è un nuovo crimine che si aggiunge ai crimini commessi dalle forze di occupazione. israeliani” contro il popolo palestinese. A questo proposito, ha invitato la comunità internazionale ei mediatori a “intervenire immediatamente per impedire che l’occupazione commetta massacri”.

Next Post

Il piano di Ripple con questo elemento potrebbe vedere una crescita importante per XRP

La causa della SEC contro Ripple è stata una nuvola oscura costante in bilico sui tentativi di crescita dell’azienda. Tuttavia, ciò non ha impedito a Ripple di perseguire opportunità di crescita in vari segmenti. Un recente rapporto suggerisce che Ripple sta osservando la crescita attraverso le CBDC e questo potrebbe […]
Il piano di Ripple con questo elemento potrebbe vedere una crescita importante per XRP