Ripple richiede la divulgazione delle partecipazioni XRP dei dipendenti della SEC

Subashi

Ripple ha recentemente presentato una mozione per costringere la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti [SEC] per rivelare politiche e informazioni riguardanti i suoi dipendenti che commerciano in criptovalute come Bitcoin, Ethereum e XRP. Questa mozione si aggiungerà alla giusta difesa di Ripple. Secondo il deposito fornito dall’avvocato James K. Filan, Ripple vuole che la SEC fornisca,

“… documenti anonimi che riflettono le decisioni di preautorizzazione commerciale per quanto riguarda XRP, bitcoin ed etere, o in alternativa, affinché tali informazioni siano prodotte in forma aggregata.”

Inoltre, nel deposito della mozione sono stati menzionati anche i documenti relativi alle partecipazioni XRP dei dipendenti della SEC.

“Gli imputati chiedono anche certificazioni relative alle partecipazioni XRP dei dipendenti della SEC – ancora una volta, con la redazione di informazioni personali o in forma aggregata. Ci siamo incontrati e conferiti con la SEC su questo tema l’8 luglio, il 15 luglio, il 18 agosto e il 25 agosto, senza progressi”.

Le precedenti richieste di Ripple sono state soddisfatte con il “rifiuto della SEC di produrre determinate informazioni” parte integrante della comprensione da parte degli imputati delle politiche della SEC relative alle risorse digitali e del fatto che la SEC consentisse o meno ai propri dipendenti di scambiare la risorsa digitale contesa, XRP. All’inizio di giugno, il tribunale aveva accolto la mozione di Ripple per obbligare la SEC a produrre le sue politiche commerciali relative alle risorse digitali. Messaggio che la SEC ha prodotto una politica datata 19 gennaio 2018 intitolata “Guida etica relativa alle risorse digitali”. Ripple ha sottolineato che fino al 19 gennaio 2018, la SEC non considerava le risorse digitali come titoli e i suoi dipendenti erano quindi “liberi di acquistare, vendere e detenere XRP senza alcuna restrizione da parte della SEC”. Nel predetto atto è stato altresì affermato dagli imputati che,

“Questa prova fornisce una forte conferma delle difese degli imputati in questo caso e mina le affermazioni della SEC. In particolare, il fatto ormai riconosciuto che la stessa SEC non ha impedito ai propri dipendenti di vendere o acquistare XRP, nonostante la sua regolamentazione di vecchia data contro i suoi dipendenti che effettuano transazioni in titoli senza preautorizzazione, indica che la SEC non aveva concluso, almeno prima di gennaio 2018, che le vendite e le offerte di XRP erano transazioni in titoli.

Inoltre, anche se la SEC ha mantenuto un elenco di “Partecipazioni vietate” relativo ai titoli che cadono
all’interno del divieto di negoziazione di titoli della SEC, BTC, ETH e XRP non sono mai apparsi in questo elenco. La “Watch List” creata dalla SEC per identificare le risorse soggette a revisioni caso per caso piuttosto che a un divieto generale, ha aggiunto XRP solo dopo il 13 aprile 2018. Ciò significava che “qualsiasi transazione dei dipendenti SEC in XRP dopo il 13 aprile, 2018 sono stati valutati caso per caso, sempre attraverso il processo di preautorizzazione”. Ripple ha affermato che la SEC si è rifiutata di fornire queste informazioni cruciali per il caso e stava ora cercando di esercitare pressioni tramite la Corte. La corte ha dato alla SEC tempo fino al 3 settembre per rispondere a questa mozione. Tuttavia, cosa succede se la SEC si rifiuta di collaborare ancora una volta? Come notato in a risposta all’aggiornamento twitter di Filan,

“La SEC può assolutamente decidere di non seguire l’ordine del tribunale. Quello che succede dopo un periodo di tempo è che il giudice emetterà sanzioni contro di loro. Se la SEC continua a ignorare l’ordine, alla fine può portare all’archiviazione del caso”

Mentre Ripple e SEC continuano il loro avanti e indietro, la comunità cripto attende il 31 agosto, scadenza per la scoperta dei fatti. Inoltre, poiché il tribunale ha già accolto la richiesta congiunta delle parti coinvolte di spingere la deposizione dell’amministratore delegato e fondatore di Ripple, Brad Garlinghouse, e la deposizione di Chris Larsen, la causa sembra essere lontana dal giungere a una conclusione.

Next Post

Le 5 migliori criptovalute da acquistare a prezzi bassi Settembre 2021 Settimana 1

Il mercato delle criptovalute è rimasto piatto dopo il suo recente piccolo calo. Il suo valore totale ora è di $ 2,05 miliardi secondo CoinMarketCap, dopo essere stato di $ 2,128 domenica. Si tratta di un calo del 3,6%, con un numero di monete principali in calo di percentuali simili […]